Regolamento

Regolamento del concorso letterario Racconta un libraio

1 – I partecipanti

Il concorso nazionale Racconta un libraio è riservato agli autori che presentino un solo racconto inedito scritto in lingua italiana.
Saranno esclusi dalla competizione coloro che non rispettano i termini e le condizioni di presentazione delle opere stabiliti dal regolamento.

2 – Il tema

Il racconto deve prevedere tra i suoi personaggi principali un libraio o una libraia. 

3 – Presentazione delle opere al Concorso

Gli autori che desiderano partecipare devono spedire il racconto via mail entro e non oltre il 31 maggio 2015,  all’indirizzo raccontaunlibraio@gmail.com, rigorosamente in formato .doc o .rtf.

Oltre al racconto bisogna inviare le proprie generalità nel corpo della mail, non nel file che contiene il racconto, (nome, cognome, indirizzo, data di nascita, recapito telefonico, indirizzo email) – anche se si partecipa con uno pseudonimo – e una dichiarazione del carattere originale dell’opera che si presenta, della piena titolarità dei diritti dell’opera da parte dell’autore (“Certifico di essere l’autore del racconto inviato e che non è mai stato pubblicato su carta né su web”); bisogna inoltre inviare una dichiarazione dell’assenso del partecipante alla divulgazione dell’opera presentata, qualora essa risulti vincitrice o finalista del Concorso, dell’accettazione da parte dell’autore di tutte le condizioni stabilite dal Regolamento del concorso Racconta un libraio, nonché l’autorizzazione al trattamento dei propri dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003 a tutela della privacy.

Alla giuria non verranno trasmessi i dati anagrafici degli autori.

4 – Il formato

Non inviare il file in formato PDF, o in Open Office, ma in formato .doc o rtf. Il racconto deve essere formattato con carattere Times New Roman corpo 12, interlinea singola, giustificato e con margini di 2,5 cm, deve essere lungo tra le 8000 e le 15000 battute spazi inclusi, non di più; inoltre bisogna inserire il numero di pagina.

6 – Il vincitore

Il concorso non potrà essere dichiarato deserto né si potrà ripartire il premio tra due o più opere. Il comitato di lettura sarà a cura di CriticaLetteraria, che selezionerà i racconti da trasmettere alla giuria. La decisione della giuria, che sarà inappellabile, sarà resa pubblica tramite il sito raccontaunlibraio.com. Il racconto vincitore sarà pubblicato sul sito del concorso e l’autore vincerà un buono acquisto di 200€ per libri nella libreria indipendente che vorrà.

7) Cessione dei diritti di sfruttamento dell’opera

Il conseguimento del premio da parte dell’autore dell’opera vincitrice implica che l’autore ceda in esclusiva tutti i diritti di sfruttamento dell’opera, intendendo con questi i diritti di riproduzione parziale e totale dell’opera in qualsiasi forma, tipografica, elettronica e digitale in Italia e nel mondo. Il materiale non sarà restituito.

Per quanto qui non espressamente previsto, il presente concorso letterario deve ritenersi disciplinato dalle norme del Codice Civile. Il concorso letterario, in particolare, non è soggetto alla disciplina del DPR 430/2001 relativo al regolamento concernente la disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, avendo ad oggetto la produzione di un’opera letteraria per la quale il conferimento del premio rappresenta un riconoscimento di merito personale e, di conseguenza, opera la fattispecie di esclusione di cui all’art. 6 comma 1 lettera a) del DPR 430/2001.

Per altre informazioni, scrivere a raccontaunlibraio@gmail.com

23 pensieri su “Regolamento

  1. Pingback: Concorso letterario Racconta un libraio – Il bando | Racconta un libraio

  2. Pingback: Racconta un Libraio: il concorso letterario - Finzioni

    1. sicuramente non deve variare lungo il testo. Si può impostare cliccando il tasto destro del mouse su un foglio word e scegliendo “paragrafo” dal menu a tendina, quindi selezionare “singola” dal menu a tendina relativo all’interlinea. 🙂

  3. Salve,
    una precisazione per scrupolo: qualora decidessi di partecipare con uno pseudonimo, potrei inserire solo il nome e il cognome fittizi insieme agli altri dati richiesti, senza dover indicare quelli reali?

  4. Buonasera, desidero avere due chiarimenti:
    1- Nell’opera, oltre al titolo, si può mettere il nome dell’autore o è necessario ometterlo?
    2-Occorre nominare il file del racconto solo col titolo dell’opera?

    Resto in attesa, pertanto colgo l’occasione per ringraziarvi e augurarvi una buona serata.

      1. Alami

        Inoltre, è possibile inserire dei rientri? Risulteranno forse banali le mie domande ma, come forse si può capire, è la prima volta che formatto un racconto.

      2. Sì, vanno bene i rientri, ma quando si invia un testo a una casa editrice o a un concorso è meglio formattare il meno possibile, perché ai fini di una possibile impaginazione molto della formattazione andrebbe tolto, come i rientri 🙂

  5. Pingback: Il libraio, questo (s)conosciuto | add editore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...